Via @Rossarian.

29 V 1985 - 29 V 2014: Heysel

Bologna 2 agosto… I giorni della collera

“I terroristi sono l’ultimo anello di un’insana catena che tiene unita la massoneria, la criminalità organizzata e i servizi segreti”

E LA KASTA???!!!
Quando in Italia vengono prodotti film di merda su eventi per niente divertenti – e negli ultimi anni ne abbiamo visti parecchi – io vorrei trattenermi, ma non ci riesco. Questo è il film italiano da deridere della settimana, soprattutto grazie a Marika Frassino e la sua mitraglietta.

Bologna… dimostra la sua gnorrranza subito, piazzando dei puntini di sospensione a caso nel titolo, e procede montando un trailer con gli errori di battitura. Se non si impegnano loro, perché dovremmo impegnarci noi?

Marta Corato fa da guest reviewer su Friday Prejudice.

Coupling Jaden Smith’s Twitter Account With Garfield Comics is One of The Best Things In The World

Jaden Smith is an accomplished actor, but his Twitter account is home of some Socrates-level aphorisms that really force us to examine the inner working of our lives. Likewise Jim Davis’ Garfield comic strip has turned even the most tame newspaper into a Roger Crumb-like zone of grotesque beauty. But if you combine them pathways to new understanding and ways of living open up, read through this gallery and welcome to the start of your new life.

[Memebase]

Greatest photobomb EVER.
(via 9GAG)

Greatest photobomb EVER.

(via 9GAG)

Parliamone, tra l’altro, di questa settimana del cinema in cui escono brutture senza senso e delle settimane dopo, quelle in cui il cinema non festeggia, in cui usciranno Cronenberg, Jarmusch, Rohrwacher e il GODZILLA di Gareth Edwards. Tra tutte le settimane, tra tutti i nomi pazzeschi di questo mese, hanno scelto quella in cui escono le minchiate, le stesse minchiate che probabilmente toglieranno il posto ai film validi ancora in sala, tipo Wes Anderson, per prenderne uno a caso. Le pecore non sono i film, le pecore sono ‘ste merde che gestiscono le distribuzioni. Avete mai fatto caso a quanto caghino le pecore? Ecco, fate due conti.

La digressione di Tob Waylan, guest reviewer della settimana su Friday Prejudice.

[…] LOCKE era un personaggio di Lost che soleva ripetere a tutti: “Don’t tell me what I can’t do!”. Curiosamente, è la stessa frase che urlerò io quando mi chiederete perché questo film si becca il pensatore. Perché io l’ho già visto e, malgrado quel 90% al pomodorometro, non auguro a nessun altro di guardare 85 minuti di Tom Hardy che guida parlando al telefono di cazzi suoi e CEMENTO. Curiosamente, avrei preferito guardare del cemento che si asciuga. O il video di “Ironic” di Alanis Morissette in loop per 85 minuti, che almeno ha una colonna sonora decente.

Pop Topoi fa da guest reviewer su Friday Prejudice.

«Qui abbiamo avuto le Brigate Rosse e Prima Linea. Purtroppo ho ben chiaro quale peso possano avere i cattivi maestri e i profeti di sventura. Questa valle viene da una storia dolorosissima. Ci sono voluti vent’anni per decidere sulla Tav, un tempo esagerato. Il risultato è che l’opera ormai è demonizzata. Il mantra del male assoluto ha messo radici. Qui a Susa c’è un solo tipo di bandiere, anche se ciò non corrisponde al vero. In molti vengono a dirmi che vorrebbero esprimersi a favore. In molti vedono la Tav come un’occasione di futuro. In molti sperano di poter trovare un lavoro grazie al cantiere». Il problema è che non si può dire.

“Io, sindaco favorevole alla Tav minacciata di morte cinque volte” » Niccolò Zancan » La Stampa

Democracy is alive and well in Val di Susa (semi-cit.)

[…] I Manetti hanno un ristretto numero di ammiratori senza se e senza ma, quelli che si riversano nella Sezione Commenti di qualsiasi blog dimostrando una ragionevolezza lievemente inferiore al fan medio di Burzum; dall’altro lato i Manetti hanno un ristretto numero di hater, sempre carichissimi, sempre “contro” qualunque cosa i due registi producano. Tra questi due estremi, l’indifferenza. Italia : nuovo film dei Manetti = mucche : treno. E le stesse logiche le vedo ripetersi a livello di stampa, di testate online, di servizi TV; un generatore automatico di articoli sui Manetti Bros. (ditemi almeno che hanno smesso di firmarsi così) comprenderebbe i sintagmi “arte di arrangiarsi”, “low budget”, “spaghetti something”, “riportare in auge la gloriosa tradizione del genere (x)”, “metterci sempre il cuore”, “Roma è la mia città”.

Lo spettacolare ritorno di Dolores Point Five: stavolta non su I 400 Calci, ma come guest reviewer su Friday Prejudice.

Per chi, come me, leggeva fumetti Marvel negli anni Ottanta e Novanta, Days of Future Past ha un valore affettivo (oltre che oggettivo, vabbè) che è quasi fuori scala. Dal trailer il film sembra promettere bene, ma se Singer e compagnia lo cannano we’re gonna hunt them down and kick their (collective) ass.

Batman: Strange Days (Bruce Timm, USA, 2014)

Official 75th Anniversary Animated Short

(via)

other news is designed by manasto jones, powered by tumblr and best viewed with safari.